Costituzione di una rete di eccellenze per la Filiera ICT – workshop di avvio progetto

padova innovation hub

Nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Padova “Padova Innovation Hub” – Costituzione di una rete di eccellenze per la Filiera dell’Informatica / ICT e digitalizzazione prende il via la prima fase del percorso. 

Come avvio del percorso si propone un workshop destinato agli imprenditori in cui verranno trattati le tematiche di frontiera relative alla tutela della proprietà intellettuale nell’epoca della blockchain, il workforce management ed altro ancora.

L’UOMO AL CENTRO
DELL’AZIENDA ICT

IL DIGITALE NON È UN FINE MA UN MEZZO
Lunedì 1 Aprile ore 17:00
presso Centro Conferenze “La Stanga”, Piazza Zanellato, 21, Padova

 

Dopo questa fase di sensibilizzazione su alcune delle tematiche più d’impatto di questo periodo, verranno direttamente coinvolte le imprese candidate per analizzare criticità e punti di forza per sviluppare il tessuto imprenditoriale locale.

Maggiori dettagli sul progetto si trovano sulla pagina web dedicata.

Si ricorda che la partecipazione all’evento è gratuita ed è propedeutica alle fasi successive del progetto.

La collaborazione tra imprese nella filiera della meccanica – workshop per imprese

Padova Innovation Hub

Nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Padova “Padova Innovation Hub” – Costituzione di una rete di eccellenze per la Filiera Meccanica prende il via la prima fase del percorso. 

Con un apposito incontro saranno affrontati i temi di collaborazione tra imprese e valorizzazione dell’innovazione nel tessuto imprenditoriale della filiera meccanica.

LA COLLABORAZIONE TRA IMPRESE NELLA FILIERA DELLA MECCANICA

Martedì 26 Marzo alle ore 17:00
Centro Conferenze “la Stanga” , piazza Zanellato, 21, Padova

Esempi concreti ed esperti interverranno durante l’evento ma i veri protagonisti saranno le imprese che, con il proseguimento delle fasi del progetto camerale, saranno chiamate a valorizzare i propri punti di forza e trovare soluzioni ai propri ostacoli proprio mediante la collaborazione con altri partner.

Maggiori dettagli sul progetto si trovano sulla pagina web dedicata.

La partecipazione all’evento è gratuita ed è propedeutica alle fasi successive del progetto.

Posizione aperta – Senior EU Project Manager

eu project manager

E’ aperta la ricerca di personale come europrogettista con esperienza. I requisiti minimi sono i seguenti:

    • Laurea magistrale ad indirizzo scientifico-economiche
    • Almeno 5 anni di esperienza documentata nell’elaborazione e gestione di progetti finanziati da fondi e programmi europei e nazionali, con comprovata esperienza di lavoro su programmi H2020, LIFE e di cooperazione internazionale
    • Ottima conoscenza dell’italiano e dell’inglese, preferibilmente anche di un ulteriore lingua straniera.

INVIACI LA TUA CANDIDATURA

rinvio evento I TREND TECNOLOGICI NELLE AZIENDE ICT

Si avvisa che l’ento proposto per Venerdì 14 Dicembre dal titolo “I TREND TECNOLOGICI NELLE AZIENDE ICT” è stato rinviato a Gennaio.

Segnaliamo che è comunque attivate gli innovation audit.

Perchè richiedere un audit di innovazione?

Per un periodo limitato, gli Innovation audit saranno disponbili gratuitamente per le imprese che manifesteranno l’interesse e serviranno per rilevare i fabbisogni di innovazione. A seguire saranno organizzati dei laboratori di innovazione finalizzati ad individuare progetti strategici collaborazione tra imprese per lo sviluppo di nuovi prodotti o processi aziendali.
I migliori progetti che verranno patrocinati dalla Camera di Commercio attraverso i propri servizi di supporto.

#savethedate: 14/12 “Agricoltura 4.0 Precision farming e big data”

confagricoltura

Euris sarà presente al tavolo di confronto 

Agricoltura 4.0

Precision farming e big data

Venerdì 14 dicembre alle ore 16:00

presso 
Camera di Commercio di Venezia e Rovigo
in Piazza Giuseppe Garibaldi, 6, 45100 Rovigo RO
Nell’ambito dell’iniziativa “Punto impresa digitale” viene proposto un incontro per analizzare le frontiere tecnologiche e gli enormi vantaggi sulla gestione del tempo, decisioni, uso di acqua e altre sostanze a disposizione degli agricoltori. 
In occasione, verranno forniti gli elementi per la costruzioni di progetti che possano portare un aumento dell’efficienza nell’impresa.  
precision farming e big data

Non mancare!

La fabbrica del futuro e le nuove tecnologie: scenari e nuove opportunità per le PMI della meccanica

padova innovation hub

Euris ha il piacere di invitarvi all’evento promosso dalla Camera di Commercio di Padova che si svolgerà

Mercoledì 12 dicembre 2018, ore 15.30

La fabbrica del futuro e le nuove tecnologie: scenari e nuove opportunità per le PMI della meccanica

Centro Conferenze alla Stanga, Piazza Zanellato n. 21, Padova

L’evento è la prima tappa del percorso promosso nell’ambito di Padova Innovation Hub che mira a promuovere collaborazioni tra imprese anche con l’obiettivo di accedere alle risorse finanziarie a sostegno di progetti di R&S disponibili a livello regionale, nazionale e/o europeo.

Il progetto prevede la selezione di 24 aziende che potranno accedere a innovation lab in cui saranno promosse partnership tra imprese per lo sviluppo di nuovi prodotti o nuovi processi.

Le imprese saranno selezionate sulla base di un innovation audit.​​

Nell’evento, rivolto alle imprese della meccanica, saranno approfonditi i principali trend tecnologici e di sviluppo del settore e le opportunità di finanziamento per progetti di R&S.

La partecipazione al workshop è gratuita.

Non mancare!

L’aggregazione (tra imprese) fa la Forza, le nuove iniziative

meccanica ict

La Camera di Commercio di Padova ha affidato ad EURIS srl la gestione di tre progetti di sensibilizzazione e di animazione rivolti alle piccole e medie imprese delle filiere produttive dell’agroalimentare, della meccanica e dell’informatica.

Il primo progetto si è concluso nello scorso mese di giugno, con risultati importanti: 140 imprese coinvolte, numerose aggregazioni di imprese create attorno a diversi progetti di innovazione delle filiere agroalimentari, dal melograno al latte, dall’olio di oliva alla birra.

Il progetto per le PMI della provincia di Padova: aggregazione di filiere meccanica e ICT

Ora iniziano i progetti dedicati alle imprese padovane dei settori della meccanica e dell’informatica: a fine novembre due importanti workshop per approfondire, assieme ad esperti e imprenditori, i trend tecnologici delle due filiere. A dicembre sono previsti speciali “audit di innovazione” su gruppi selezionati di imprese.

Infine, a gennaio 2019, saranno attivati gli “”Innovation Lab”, gruppi di lavoro tra imprese, enti di ricerca, fornitori di soluzioni tecnologiche, per elaborare progetti di ricerca e innovazione da candidare nei prossimi bandi regionali e nazionali destinati alle aggregazioni di imprese.

meccanica ict


Vuoi tenerti aggiornato sulle iniziative riguardanti le filiere ICT e meccanica di precisione?

Rimani informato


 

Un augurio speciale dallo staff Euris per la festa dell’Europa

Oggi è la festa dell’Europa. In occasione di questa importante ricorrenza abbiamo deciso di rivolgere i nostri auguri alle imprese, pubbliche amministrazioni e ai cittadini.

 

Inoltre, con l’occasione abbiamo deciso di lanciare un’iniziativa speciale che durerà l’intero mese per avvicinare imprese ed amministrazioni pubbliche alle opportunità che offre l’Europa.

Ne abbiamo parlato sul nostro blog.

scopri l’iniziativa del mese

Buon #Europeday a tutti!

 

A che punto siamo? Il DREEAM team ad Amsterdam per il meeting di coordinamento

riqualificazione energetica

Un focus sulle azioni innovative messe in atto dal governo olandese per favorire le politiche abitative ha aperto i lavori del meeting del progetto DREEAM (Demonstrating an integrated Renovation approach for Energy Efficiency At the Multi-building scale), la grande scommessa della Commissione Europea per individuare alcuni modelli virtuosi e replicabili di riqualificazione energetica multi-building nell’edilizia sociale.

Ad Amsterdam abbiamo presentato l’avvio del progetto Borgo Furo di ATER Treviso, un innovativo intervento per ridurre del 75% il fabbisogno energetico di 2 grandi edifici residenziali situati nella periferia di Treviso. A gennaio 2018 partiranno gli altri due interventi pilota a Padiham (UK) e Berlino.

Parte il cantiere del progetto DREEAM: riqualificazione energetica al top a Treviso

Sono ufficialmente partiti i lavori di riqualificazione energetica del sito pilota di Treviso, finanziato dal progetto europeo DREEAM.

Dopo un periodo di studio realizzato dal gruppo tecnologico europeo, che ha portato alla realizzazione di un business plan innovativo ed unico nel suo genere, l’ ATER – azienda per l’edilizia residenziale di Treviso, ha avviato il piano di intervento sulle due torri di Borgo Furo, ciascuna costituita da 18 appartamenti.  

Energy Efficiency buildings

Al termine dei lavori, previsti ad aprile 2018, le due torri abbatteranno del 75% gli attuali consumi energetici e rappresenteranno un modello per tutta Europa.

Nelle prossime settimane prenderanno il via gli interventi anche sui due ulteriori siti pilota a Padiham (UK) e Berlino (D).

Non conosci DREEAM?

Scoprilo!

SMART AGRIFOOD MEET 2017

futuro dell'agroalimentare

In base ai dati degli ultimi censimenti dell’agricoltura e dell’industria, in provincia di Padova sono circa 10.000 (oltre il 20% del totale regionale) le imprese riconducibili alla filiera agroalimentare, le quali offrono lavoro a circa 30.000 persone (pari all’11% del totale regionale).

Si tratta di 5.000 imprese agricole, circa 1.000 industrie agroalimentari, ma anche di 100 imprese che operano nel comparto della meccanica agricola, di oltre 500 commercianti all’ingrosso e oltre 1.300 commercianti al dettaglio di prodotti alimentari, nonché di 270 industrie del packaging e 700 imprese che lavorano il legno.

A questa ampia e composita platea di imprese della filiera “Agrifood” è dedicato un importante programma di sensibilizzazione e animazione promosso dalla Camera di Commercio di Padova, che ha l’obiettivo di promuovere innovazioni di processo e di prodotto attraverso l’incontro tra imprese della filiera agroalimentare e la creazione di reti ed aggregazioni innovative tra esse.

I 3 workshop sul futuro dell’agroalimentare

Il programma di animazione inizierà con 3 workshop dedicati ai principali trend tecnologici del settore agroalimentare, lungo le tre traiettorie di sviluppo individuate dalle Strategie di specializzazione intelligente nazionale e regionale: alimentazione e salute; agricoltura di precisione e, infine, tracciabilità e sicurezza delle produzioni agroalimentari.

I workshop saranno condotti dai più importanti esperti italiani: la prof.ssa Patrizia Brigidi, dell’Università di Bologna, sulla valenza nutraceutica dei prodotti agroalimentari; il prof. Luigi Sartori, dell’Università di Padova, sulle nuove tecnologie di precision farming; infine, il dott. Massimo Iannetta, responsabile della divisione Biotecnologie e Agroindustria dell’ENEA, sulla sicurezza e la tracciabilità dei prodotti agroalimentari.

Ad ogni workshop saranno presentate anche le esperienze di imprese della filiera “Agrifood” che stanno sperimentando importanti innovazioni e nuove e avanzate forme di collaborazione.

I workshop inizieranno alle ore 17.00.

qui la loncandina degli eventi

L’ingresso è libero ma i posti sono limitati.

II Bando in Veneto: contributi per l’efficientamento energetico nelle PMI

bando regione veneto

Non sono ancora pubblici i risultati dello scorso bando sull’efficientamento energetico nelle aziende, nonostante ciò la Regione del Veneto ha deciso di rilanciare a distanza molto ravvicinata un bando sulla medesima azione del Programma Operativo Regionale ossia: “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza“.

Rispetto al bando pubblicato quest’estate le variazioni sono minime, ecco alcuni dettagli.

Spese ammissibili
  1. fornitura e installazione di nuovi impianti produttivi e/o macchinari ad alta efficienza energetica e/o di hardware (e relativi software necessari al loro funzionamento) nonché interventi che mirano all’efficientamento energetico degli impianti produttivi e/o dei macchinari già esistenti;
  2. opere murarie e impianti strettamente necessari all’efficientamento energetico negli edifici delle unità operative oggetto dell’intervento o ad esclusivo asservimento degli impianti produttivi e/o dei macchinari oggetto del programma di investimento, comprese le relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo;
  3. spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento;
  4. spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001;
  5. spesa sostenuta per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.
Contributi

Fondo perduto al 50%

Termini di presentazione
 Le domande di agevolazione relativamente al suddetto bando efficientamento energetico nelle PMI possono essere presentate a partire dal 2 novembre 2017 fino al 9 gennaio 2018.
Le agevolazioni concesse dal suddetto bando sono basate su procedura valutativa con procedimento a graduatoria

 

Sei interessato a candidare il tuo intervento di riduzione dei consumi energetici?

Desideri maggiori informazioni?

Contattaci per una prima analisi di fattibilità


 

* Campi richiesti

Bando Regione Veneto: contributi alle nuove imprese

finanziamenti imprese

E’ di recentissima uscita la pubblicazione del nuovo bando della Regione del Veneto rivolto alle PMI nascenti volto a rafforzare il tessuto imprenditoriale del territorio.

Quali sono le spese ammesse al bando della Regione Veneto?

Il decreto ha come fine il sostegno all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi secondo specifici limiti rientranti nelle seguenti categorie:

  1. macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
  2. spese di progettazione, direzioni lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie;
  3. spese notarili di costituzione della società o dell’associazione di professionisti;
  4. mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, ad esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;
  5. consulenze specialistiche finalizzate all’accompagnamento/tutoraggio del beneficiario nella fase di realizzazione del progetto imprenditoriale ammesso all’agevolazione;
  6. opere edili/murarie e di impiantistica;
  7. programmi informatici;

A quanto ammonta l’agevolazione e quando scade il bando?

Il sostegno prevede un fondo perduto del 50% della spesa ammessa.

Le domande di agevolazione devono essere presentate entro e non oltre lunedì 16 novembre 2017.


Regala alla tua impresa una boccata d’aria fresca!

Ti forniamo tutti i dettagli del bando
ed una prevalutazione senza impegno sul tuo progetto.


 

* Campi richiesti

Bando POR FESR Veneto: sostegno alla creazione e al consolidamento di STARTUP INNOVATIVE

por fesr veneto

Dal POR FESR della Regione del Veneto ritorna un bando che, nell’ultima occasione della sua uscita, ha destato un enorme interesse raccogliento centinaia di domande.

La misura in ballo si inserisce nell’Asse 1, nello specifico, nell’Azione 1.4.1 del POR FESR del Veneto e si rivolge alle Micro, Piccole e Medie Imprese (anche spin-off della ricerca) riconosciute come start-up innovative.

I progetti valevoli per la candidatura alla domanda di sostegno devono prevedere lo sviluppo di attività negli ambiti della Smart Specialization Strategy (S3) Regionale, in particolare ICT, High Tech e innovazione volta a fornire un contributo al settore manifatturiero per la creazione o lo sviluppo di nuovi sistemi di prodotto, processi/tecnologie, sistemi produttivi o lo sviluppo di nuovi modelli di business, organizzativi, di gestione finanziaria e di processi di commercializzazione dei risultati della R&S.

Spese ammissibili

  1. Investimenti:
    • Materiali: acquisizione di macchinari, attrezzature, arredi strettamente funzionali all’attività d’impresa;
    • Immateriali: acquisizione di brevetti, licenze e software specifici di stretta pertinenza con l’attività d’impresa;
  2. Strumenti e attrezzature: locazione o noleggio di attrezzature tecnico-specialistiche;
  3. Consulenze specialistiche e servizi esterni:
    1. di carattere tecnico-scientifico: utilizzati esclusivamente per l’attività di impresa, come prove di laboratorio, test e attività di prototipazione, nonché i costi per l’utilizzo di laboratori di ricerca o di prova, servizi informatici e ICT;
    2. di business: non relative all’ordinaria amministrazione (contabile, amministrativa…) al fine di accompagnare l’impresa nell’attuazione del piano aziendale supportando:
      1. l’analisi aziendale al fine di definire il piano finanziario e l’analisi competitiva del rischio e di mercato;
      2. la definizione e validazione del modello di business;
      3. l’avvio alla gestione manageriale del business;
      4. la commercializzazione attraverso analisi di iniziative commerciali;
      5. lo studio del posizionamento competitivo e sviluppo e pianificazione del marketing aziendale;
      6. la fase di brevettazione e tutela delle attività immateriali.
  4. Promozionali: spese relative alla promozione dell’impresa quali ed esempio servizi, fiere, eventi, show room, temporary shop (massimo il 20% del progetto).

Sono ammissibili le spese comprese tra un minimo di euro 15.000,00 e un massimo di euro 200.000,00.

Intensità di sostegno e Termini di presentazione

Il contributo in conto capitale è pari al 60% delle spese ammissibili.
La domanda deve essere presentata a partire dal 5 settembre 2017 sino al 5 ottobre 2017.

 

Sei una startup Innovativa? Allora questo bando non può che interessarti!

Ti aiutiamo gratuitamente a fare un’analisi preventiva per studiare la fattibilità del tuo progetto.

Basta semplicemente scriverci, non perdere l’occasione!


 

* Campi richiesti

Bando per le PMI a prevalente partecipazione femminile.

bando regione veneto

In questo periodo particolarmente fiorente per quanto riguarda le opportunità di ottenere agevolazioni da parte della Regione Veneto, segnaliamo questo interessante bando che interessa le Micro, Piccole e Medie imprese allocate all’interno del territorio regionale dotate di una prevalenza femminile. Vediamone assieme i punti chiave principali.

Dotazione finanziaria

il totale a disposizione è 815.256,00 € con un ulteriore stanziamento di 2.200.000,00 € entro il 31 dicembre 2017.

Soggetti ammissibili

PMI dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi che rientrano in una delle seguenti tipologie:

  • imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  • società anche di tipo cooperativo i cui soci e organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.

Nel caso l’impresa sia già operativa tali condizioni devono sussistere da almeno sei mesi e devono permanere per non meno di tre anni successivi alla data di emissioni del suddetto decreto.

NB: Non sono ammissibili agli aiuti di cui al presente Bando le imprese controllate da soci controllanti imprese che, alla data di presentazione della domanda, svolgano un’attività analoga a quella cui si riferisce la domanda di agevolazione.

Spese Ammissibili

Acquisto di beni(ammortizzabili) materiali e immateriali o servizi afferenti alle seguenti tipologie:

  1. macchinari, impianti strettamente funzionali al ciclo produttivo, hardware (non sono inclusi dispositivi di comunicazione mobile come smartphone e tablet), attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
  2. spese di progettazione, direzione lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie (max 3000 € solo per il compenso del professionista);
  3. mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture. Queste spese hanno un tetto massimo agevolabile di 20 000 €;
  4. opere edili/murarie e di impiantistica;
  5. programmi informatici.

I beni e i servizi devono essere acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente ad esempio forniti da soci, amministratori o dipendenti.

Intensità del sostegno

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione dell’intervento.
L’agevolazione concessa rientra nei limiti del Regolamento de minimis.

Termini di presentazione

La domanda può essere presentata a partire da lunedì 6 novembre 2017 fino a giovedì 16 novembre 2017.

 

La tua azienda rientra nei requisiti proposti dal bando?

contattaci per conoscere valutare al meglio questa opportunità!

Ti aiuteremo gratuitamente in una prima analisi degli aspetti tecnici


 

* Campi richiesti