Bando per le PMI a prevalente partecipazione femminile.

bando regione veneto

In questo periodo particolarmente fiorente per quanto riguarda le opportunità di ottenere agevolazioni da parte della Regione Veneto, segnaliamo questo interessante bando che interessa le Micro, Piccole e Medie imprese allocate all’interno del territorio regionale dotate di una prevalenza femminile. Vediamone assieme i punti chiave principali.

Dotazione finanziaria

il totale a disposizione è 815.256,00 € con un ulteriore stanziamento di 2.200.000,00 € entro il 31 dicembre 2017.

Soggetti ammissibili

PMI dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi che rientrano in una delle seguenti tipologie:

  • imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
  • società anche di tipo cooperativo i cui soci e organi di amministrazione sono costituiti per almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.

Nel caso l’impresa sia già operativa tali condizioni devono sussistere da almeno sei mesi e devono permanere per non meno di tre anni successivi alla data di emissioni del suddetto decreto.

NB: Non sono ammissibili agli aiuti di cui al presente Bando le imprese controllate da soci controllanti imprese che, alla data di presentazione della domanda, svolgano un’attività analoga a quella cui si riferisce la domanda di agevolazione.

Spese Ammissibili

Acquisto di beni(ammortizzabili) materiali e immateriali o servizi afferenti alle seguenti tipologie:

  1. macchinari, impianti strettamente funzionali al ciclo produttivo, hardware (non sono inclusi dispositivi di comunicazione mobile come smartphone e tablet), attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
  2. spese di progettazione, direzione lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie (max 3000 € solo per il compenso del professionista);
  3. mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture. Queste spese hanno un tetto massimo agevolabile di 20 000 €;
  4. opere edili/murarie e di impiantistica;
  5. programmi informatici.

I beni e i servizi devono essere acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente ad esempio forniti da soci, amministratori o dipendenti.

Intensità del sostegno

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione dell’intervento.
L’agevolazione concessa rientra nei limiti del Regolamento de minimis.

Termini di presentazione

La domanda può essere presentata a partire da lunedì 6 novembre 2017 fino a giovedì 16 novembre 2017.

 

La tua azienda rientra nei requisiti proposti dal bando?

contattaci per conoscere valutare al meglio questa opportunità!

Ti aiuteremo gratuitamente in una prima analisi degli aspetti tecnici


 

* Campi richiesti

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin