A che punto siamo? Il DREEAM team ad Amsterdam per il meeting di coordinamento

riqualificazione energetica

Un focus sulle azioni innovative messe in atto dal governo olandese per favorire le politiche abitative ha aperto i lavori del meeting del progetto DREEAM (Demonstrating an integrated Renovation approach for Energy Efficiency At the Multi-building scale), la grande scommessa della Commissione Europea per individuare alcuni modelli virtuosi e replicabili di riqualificazione energetica multi-building nell’edilizia sociale.

Ad Amsterdam abbiamo presentato l’avvio del progetto Borgo Furo di ATER Treviso, un innovativo intervento per ridurre del 75% il fabbisogno energetico di 2 grandi edifici residenziali situati nella periferia di Treviso. A gennaio 2018 partiranno gli altri due interventi pilota a Padiham (UK) e Berlino.

Parte il cantiere del progetto DREEAM: riqualificazione energetica al top a Treviso

Sono ufficialmente partiti i lavori di riqualificazione energetica del sito pilota di Treviso, finanziato dal progetto europeo DREEAM.

Dopo un periodo di studio realizzato dal gruppo tecnologico europeo, che ha portato alla realizzazione di un business plan innovativo ed unico nel suo genere, l’ ATER – azienda per l’edilizia residenziale di Treviso, ha avviato il piano di intervento sulle due torri di Borgo Furo, ciascuna costituita da 18 appartamenti.  

Energy Efficiency buildings

Al termine dei lavori, previsti ad aprile 2018, le due torri abbatteranno del 75% gli attuali consumi energetici e rappresenteranno un modello per tutta Europa.

Nelle prossime settimane prenderanno il via gli interventi anche sui due ulteriori siti pilota a Padiham (UK) e Berlino (D).

Non conosci DREEAM?

Scoprilo!

SMART AGRIFOOD MEET 2017

futuro dell'agroalimentare

In base ai dati degli ultimi censimenti dell’agricoltura e dell’industria, in provincia di Padova sono circa 10.000 (oltre il 20% del totale regionale) le imprese riconducibili alla filiera agroalimentare, le quali offrono lavoro a circa 30.000 persone (pari all’11% del totale regionale).

Si tratta di 5.000 imprese agricole, circa 1.000 industrie agroalimentari, ma anche di 100 imprese che operano nel comparto della meccanica agricola, di oltre 500 commercianti all’ingrosso e oltre 1.300 commercianti al dettaglio di prodotti alimentari, nonché di 270 industrie del packaging e 700 imprese che lavorano il legno.

A questa ampia e composita platea di imprese della filiera “Agrifood” è dedicato un importante programma di sensibilizzazione e animazione promosso dalla Camera di Commercio di Padova, che ha l’obiettivo di promuovere innovazioni di processo e di prodotto attraverso l’incontro tra imprese della filiera agroalimentare e la creazione di reti ed aggregazioni innovative tra esse.

I 3 workshop sul futuro dell’agroalimentare

Il programma di animazione inizierà con 3 workshop dedicati ai principali trend tecnologici del settore agroalimentare, lungo le tre traiettorie di sviluppo individuate dalle Strategie di specializzazione intelligente nazionale e regionale: alimentazione e salute; agricoltura di precisione e, infine, tracciabilità e sicurezza delle produzioni agroalimentari.

I workshop saranno condotti dai più importanti esperti italiani: la prof.ssa Patrizia Brigidi, dell’Università di Bologna, sulla valenza nutraceutica dei prodotti agroalimentari; il prof. Luigi Sartori, dell’Università di Padova, sulle nuove tecnologie di precision farming; infine, il dott. Massimo Iannetta, responsabile della divisione Biotecnologie e Agroindustria dell’ENEA, sulla sicurezza e la tracciabilità dei prodotti agroalimentari.

Ad ogni workshop saranno presentate anche le esperienze di imprese della filiera “Agrifood” che stanno sperimentando importanti innovazioni e nuove e avanzate forme di collaborazione.

I workshop inizieranno alle ore 17.00.

qui la loncandina degli eventi

L’ingresso è libero ma i posti sono limitati.

II Bando in Veneto: contributi per l’efficientamento energetico nelle PMI

bando regione veneto

Non sono ancora pubblici i risultati dello scorso bando sull’efficientamento energetico nelle aziende, nonostante ciò la Regione del Veneto ha deciso di rilanciare a distanza molto ravvicinata un bando sulla medesima azione del Programma Operativo Regionale ossia: “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza“.

Rispetto al bando pubblicato quest’estate le variazioni sono minime, ecco alcuni dettagli.

Spese ammissibili
  1. fornitura e installazione di nuovi impianti produttivi e/o macchinari ad alta efficienza energetica e/o di hardware (e relativi software necessari al loro funzionamento) nonché interventi che mirano all’efficientamento energetico degli impianti produttivi e/o dei macchinari già esistenti;
  2. opere murarie e impianti strettamente necessari all’efficientamento energetico negli edifici delle unità operative oggetto dell’intervento o ad esclusivo asservimento degli impianti produttivi e/o dei macchinari oggetto del programma di investimento, comprese le relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo;
  3. spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento;
  4. spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001;
  5. spesa sostenuta per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari.
Contributi

Fondo perduto al 50%

Termini di presentazione
 Le domande di agevolazione relativamente al suddetto bando efficientamento energetico nelle PMI possono essere presentate a partire dal 2 novembre 2017 fino al 9 gennaio 2018.
Le agevolazioni concesse dal suddetto bando sono basate su procedura valutativa con procedimento a graduatoria

 

Sei interessato a candidare il tuo intervento di riduzione dei consumi energetici?

Desideri maggiori informazioni?

Contattaci per una prima analisi di fattibilità


 

* Campi richiesti

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE MED 2014-2015_ AREA MEDITERRANEO

Il 3 giugno 2015 la Commissione Europea ha ufficialmente approvato il Programma di Cooperazione Transnazionale MED 2014-2020 volto a promuovere la crescita sostenibile nell’area del Mediterraneo con un budget pari a 275 milioni di euro, finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale – FESR per il periodo 2014-2020.
Il primo invito a presentare proposte si aprirà l’1 settembre 2015 e si chiuderà il 2 novembre 2015.

MISE: DISPONIBILI 400 milioni PER R&S – AL VIA I DUE BANDI PER ICT-AGENDA DIGITALE E INDUSTRIA SOSTENIBILE

Iniziano le procedure di selezione preliminare dei grandi progetti di ricerca e sviluppo nei settori dell’agenda digitale e dell’industria sostenibile, in grado di determinare un rilevante e significativo impatto sulla competitività del sistema produttivo del Paese.
Il Ministero per lo sviluppo economico ha anticipato, sul proprio sito web, la pubblicazione del decreto attuativo che sblocca i 400 milioni di euro di finanziamenti agevolati del Fondo per la crescita sostenibile.
Per informazioni e consulenza puoi contattarci al 049/8043301