Bando POR Friuli Venezia Giulia: “Aiuti per la competitività e l’innovazione digitale”

innovazione friuli venezia giulia

La Regione Friuli Venezia Giulia ha pubblicato un bando per sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle PMI.
Dal titolo: “Aiuti agli investimenti e riorganizzazione e ristrutturazione aziendale delle PMI – Bando per l’accesso agli aiuti a fondo perduto per la realizzazione nel teritorio regionale di progetti di investimento da parte delle microimprese e delle piccole e medie imprese” la misura vede un corposo dispiegamento di risorse pari a 20 milioni di euro destinati alle Microimprese, Piccole e Medie imprese del territorio regionale.

Interventi finanziabili

Sono ammissibili le seguenti spese sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda:

  1. macchinari, impianti, strumenti, attrezzature e sensoristica;
  2. hardware e beni immateriali quali software e licenze d’uso, funzionali all’utilizzo dei beni di cui alla lettera a);
  3. servizi specialistici e di consulenza tecnologica e informatica per la pianificazione dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale connessi ai progetti di investimento, nel limite del 30% della spesa ammessa di cui alle lettere a) e b), forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi in possesso di adeguata qualificazione e esperienza professionale nello specifico campo di intervento, documentata da curriculum o scheda di presentazione o altra documentazione equipollente.

Qualora l’impresa richieda che gli aiuti, per la realizzazione dei progetti di investimento in relazione alle spese di cui alle suddette lettere a) e b), siano concessi ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013 (de minimis), in deroga a quanto sopra previsto, sono considerate ammissibili anche le spese sostenute a partire dal 1° marzo 2016, se non costituiscono la totalità delle spese complessive per la realizzazione del progetto di investimento, la cui conclusione deve essere comunque successiva alla data di presentazione della domanda.

Agevolazioni

Le intensità di aiuto in relazione alle spese di cui alle lettere a. e b. variano dal 10% al 40% a seconda della dimensione aziendale, dalle concessioni de minimis rilasciate e dall’area geografica in cui ha sede l’azienda.

L’intensità di aiuto in relazione alle spese di cui alla sopracitata  lettera c. è pari al 50%.

Il limite minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a:
a)    50.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una micro impresa;
b)    75.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una piccola impresa;
c)    100.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una media impresa.

Il limite massimo di aiuto concedibile per domanda è pari a 500.000,00 euro.

Termini e scadenze

La domanda di accesso alle agevolazioni finanziarie deve essere presentata, dalle ore 9.30 a partire dal 28 ottobre 2016 fino alle ore 12.00 del giorno 30 novembre 2016 per via telematica.
La procedura è valutativa.

 

Il bando rappresenta un’ottima occasione per la tua azienda?

Affidati ad esperti per ottenere il meglio


 

* Campi richiesti
Facebooktwitterlinkedin