Quasi 10 milioni di euro stanziati dall’Europa a favore dell’Alto Bellunese

alto bellunese

Oggi è stata finalmente pubblicata la delibera della Giunta Regionale del Veneto che approva i programmi di sviluppo locale dei Gruppi di azione locale (GAL) “Leader” del Veneto.

Tra di essi il GAL “Alto Bellunese”, che si conferma il primo gruppo di azione locale del Veneto per risorse finanziarie ottenute dall’Unione europea, attraverso il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR): un importo di ben 9.300.240 euro, che mobiliterà sul territorio della parte alta della provincia di Belluno circa 13 milioni di euro di investimenti.

Il programma di sviluppo locale del GAL Alto bellunese

Redatto con l’assistenza tecnica di EURIS srl, è guidato da due principi:

  1. rispondere ai bisogni concreti di un territorio dove sono presenti le Dolomiti, patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO;
  2. semplificare e accelerare al massimo l’attuazione degli interventi programmati e la spesa delle risorse disponibili. Per questi motivi, il programma approvato concentra gran parte delle risorse nel settore turistico, destinandovi circa sei milioni di euro.

Gli stanziamenti

Il territorio si sta preparando ai prossimi Mondiali di sci di Cortina del 2021, che rappresentano la sua vera occasione di sviluppo: il GAL “Alto Bellunese” intende fare la sua parte, finanziando la riqualificazione delle strutture alberghiere dell’intero Alto Bellunese e l’ammodernamento delle principali infrastrutture turistiche.

In secondo luogo, il programma mira a promuovere la vendita dei prodotti tipici della montagna bellunese: un milione di euro è destinato alla creazione di filiere corte tra i produttori agricoli locali, che valorizzino e facilitino la vendita diretta dei loro prodotti.

In terzo luogo, il programma prevede un incentivo di circa un milione di euro per favorire la creazione di nuove imprese soprattutto da parte di giovani e donne.

Infine, una somma di 1,2 milioni di euro sarà destinata alla cooperazione tra il territorio dell’Alto Bellunese e altri territori dell’Unione europea: aprirsi all’Europa e al mondo e confrontarsi con gli altri è essenziale per partecipare con successo alla globalizzazione in atto.

I primi bandi saranno avviati a fine 2016: ogni informazione è reperibile nel sito del “GAL Alto Bellunese” http://www.galaltobellunese.com/

Facebooktwitterlinkedin